Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

11.06.2024 Visita dell’Ambasciatrice Flumiani presso l’Università Cattolica di Ružomberok e conferimento della Medaglia d’Oro dell’Università.

Foto Ruzomberok

L’Ambasciatrice Catherine Flumiani ha effettuato ieri una visita presso l’Università Cattolica di Ružomberok, dove il Rettore Jaroslav Demko le ha consegnato la Medaglia d‘oro dell’Università Cattolica di Ruzomberok, per il sostegno e la collaborazione assicurata dall’Ambasciata d’Italia a Bratislava nei confronti dell’Ateneo. Il riconoscimento è stato concesso a seguito della deliberazione del Senato Accademico e del Consiglio scientifico dell’Ateneo.

L’Ambasciatrice ha espresso viva gratitudine al Rettore e al Senato accademico per un riconoscimento che consolida  ulteriormente un rapporto che negli ultimi tre anni ha registrato una forte intensificazione, con l’organizzazione di diverse mostre presso l’Ateneo in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Bratislava, incontri dell’Ambasciatrice con i docenti e studenti di lingua italiana, nonché il sostegno da parte dell’Ambasciata alle attività di formazione organizzate dal Dipartimento delle Lingue Straniere dell’Ateneo su iniziativa della docente di lingua italiana Professoressa Rosangela Libertini. L’Ambasciatrice ha voluto sottolineare il ruolo cruciale svolto dall’Università Cattolica di Ruzomberok quale polo di eccellenza per l’insegnamento e la diffusione della lingua e cultura italiana nelle regioni centrali e orientali del Paese.

L’Ambasciatrice ha altresì discusso con il Rettore Demko le prossime iniziative di collaborazione con l’Ateneo, in particolare in occasione della prossima Settimana della Lingua Italiana nel Mondo. L’Ambasciatrice si è inoltre congratulata con la Professoressa Libertini per l’apertura nei giorni scorsi della mostra  su Leonardo da Vinci, già organizzata presso l’Università lo scorso maggio, presso il Liceo “L. Saru” di Bratislava, dove è attiva una sezione bilingue italo-slovacca.