Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

23.11.23. Slovacchia: evento conclusivo a Bratislava della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo.

405757169_341897748485984_6127582172692678853_n

Si è conclusa ieri la rassegna di iniziative organizzate in Slovacchia per la Settimana della Cucina Italiana nel Mondo. Due ladychef italiane provenienti da Parma, Anna Maria Migliara e Palma Grassi, hanno presentato alla serata di gala conclusiva un menù incentrato sulla tradizione italiana, la qualità degli ingredienti e l’innovazione. La serata, organizzata in collaborazione con la Camera di Commercio Italo-Slovacca e ICE – Agenzia ITA di Vienna, ha visto anche la partecipazione di un sommelier dell’azienda trentina Mezzacorona che ha illustrato le caratteristiche dei vini abbinati alle diverse portate e la storia dell’azienda. All’evento hanno partecipato ospiti istituzionali, tra cui il Presidente della Commissione Affari Esteri del Parlamento slovacco, Marian Kery ed il Governatore della Regione di Bratislava, Juraj Droba. Erano altresì presenti rappresentanti del corpo diplomatico, del settore privato italiano e slovacco, delle associazioni di categoria locali, tra cui l’associazione degli Chef slovacchi ed esponenti del mondo della cultura e della ricerca scientifica. L’Ambasciatrice ha altresì presentato la candidatura della cucina italiana a Patrimonio Immateriale dell’UNESCO, sottolineandone gli obiettivi volti a tutelare l’eccellenza della tradizione italiana, il suo portato culturale e l’attenzione alla sostenibilità e alla biodiversità.

L’Ambasciatrice ha consegnato alle Chef Migliara e Grassi il riconoscimento del Ministero della Cultura e del Ministero dell’Agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste “Io amo la cucina italiana”, per l’azione svolta a favore della cucina italiana nel mondo. Lo stesso riconoscimento è stato assegnato allo chef residente a Bratislava Adriano Figura che ha contribuito alla realizzazione dell’evento.

Durante la loro permanenza a Bratislava, le Chef Migliara e Grassi hanno effettuato delle masterclass presso due scuole alberghiere di Bratislava e Nitra, condividendo con gli studenti alcune delle più tradizionali preparazioni della cucina italiana. Un’iniziativa che ha riscosso il vivo apprezzamento degli istituti scolastici interessati e delle autorità scolastiche locali. Alla rassegna hanno partecipato altresì diversi ristoranti italiani sia a Bratislava che in altre località, promuovendo menù specificatamente predisposti per l’occasione. L’Ambasciatrice Flumiani ha infine rilasciato un intervista al quotidiano Pravda per illustrare gli obiettivi dell’iniziativa, presentare la candidatura della cucina italiana a Patrimonio Immateriale dell’UNESCO e sottolineare l’attenzione ai temi della sostenibilità del progetto della città di Roma ad ospitare l’EXPO nel 2030.