Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Partecipazione del Sottosegretario Della Vedova alla Conferenza sulla protezione dei diritti umani organizzata dal Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Slovacca

Il Sottosegretario Benedetto Della Vedova è intervenuto oggi con video-messaggio alla Conferenza “Protecting Human Rights in the World – Protecting our Rights: Experiences, Challenges and Solutions”, svoltasi in formato ibrido e promossa dal Ministero degli Affari Esteri ed Europei della Slovacchia. Alla conferenza, aperta dal Primo Ministro Eduard Heger, dal Ministro degli Esteri Ivan Korčok e dalla Ministra della Giustizia Mária Kolíková, hanno altresì partecipato il Rappresentante Speciale dell’UE per i Diritti Umani Eamon Gilmore e il Direttore dell’Ufficio OSCE per le Istituzioni Democratiche e i Diritti Umani (ODIHR) Matteo Mecacci.

Il Sottosegretario ha espresso vivo apprezzamento per un evento volto a rafforzare l’impegno comune a difesa dei diritti umani, sia sul piano nazionale che internazionale, illustrando l’impegno dell’Italia in tale ambito. “I nostri sforzi in tema di diritti umani sono strettamente legati al nostro impegno in ambito multilaterale. La nostra Presidenza del Consiglio d’Europa, che inizierà il prossimo 17 novembre, rappresenterà un’eccellente opportunità per avanzare in molti dossier riguardanti i diritti umani” ha sottolineato il Sottosegretario, che ha anche ricordato il mandato dell’Italia all’interno del Comitato Diritti Umani dell’ONU (2019-2021).

“Tra i risultati del nostro mandato, siamo particolarmente orgogliosi di aver condotto attivamente e con successo una campagna per la creazione di un meccanismo indipendente per monitorare la situazione dei diritti umani in Afghanistan. Riteniamo che questo sia un contributo importante per mantenere sotto i riflettori la situazione dei diritti umani in Afghanistan, in particolare quella delle donne e delle ragazze.” – ha concluso Della Vedova.