Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

07.11.23. Visita dell’Ambasciatrice Flumiani a Ruzomberok e inaugurazione di una mostra di pannelli sul Perugino a 500 anni dalla sua morte.

L’Ambasciatrice d’Italia a Bratislava ha effettuato oggi una visita a Ruzomberok dove ha inaugurato presso la Biblioteca dell’Università Cattolica una mostra sul pittore rinascimentale “Il Perugino”. La mostra illustra in modo sintetico, attraverso i 15 pannelli che la compongono, la vita e i luoghi di Pietro Vannucci, detto “Il Perugino”, seguendo tutte le fasi che hanno caratterizzato la sua opera.
L’esposizione, realizzata in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura in Bratislava ed il Dipartimento di Italianistica dell’Università Cattolica di Ruzomberok che hanno curato la traduzione dei pannelli in lingua slovacca, è stata ideata dall’Amb. Stefano Baldi, attualmente Rappresentante Permanente presso l’OSCE a Vienna.

All’inaugurazione hanno preso parte il Rettore dell’Università, Jaroslav Demko, membri del corpo accademico e numerosi studenti dei corsi di italiano, ai quali il docente di storia dell’arte presso la Facoltà di Pedagogia, Jozef Zentko, ha illustrato la vita e l’opera del grande pittore italiano. La mostra resterà a disposizione del pubblico sino all’8 dicembre, per poi trasferirsi presso il Museo Regionale di Liptov. Sono altresì previste ulteriori tappe della mostra presso istituzioni accademiche e scolastiche delle regioni limitrofe. Si tratta della terza mostra organizzata dall’Ambasciata d’Italia e dall’Istituto Italiano di Cultura di Bratislava presso l’Università Cattolica di Ruzomberok dal 2022 in collaborazione con la locale cattedra di italianistica, di cui l’Ambasciatrice ha altresì incontrato i docenti Fabiano Gritti, Rosangela Libertini e Viera Rassu Nagy.

L’Ambasciatrice ha inoltre incontrato il Sindaco di Ruzomberok Lubomir Kuban presso il locale municipio che ha illustrato i progetti di sviluppo culturale e sociale per la città. L’Ambasciatrice ha condiviso l’impegno a sostegno dei corsi di lingua italiana presso la locale Università e di diffusione della cultura italiana in favore della cittadinanza di Ruzomberok e della regione circostante. Assieme alla Professoressa Libertini sono state altresì esaminate le opportunità di collaborazione tra la città di Ruzomberok e analoghe realtà italiane per lo scambio di esperienze nel settore turistico.