Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cittadinanza

 

Cittadinanza

Informazioni generali sul sito del Ministero degi Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

La cittadinanza italiana è regolata dalla Legge n. 91 del 5 febbraio 1992.

La cittadinanza italiana si basa sul principio dello jus sanguinis in virtù del quale il il figlio di un cittadino o di una cittadina italiana acquista automaticamente la cittadinanza italiana, indipendentemente dal luogo di nascita.

La cittadinanza italiana può inoltre essere acquisita, oltre che per filiazione, anche in determinate altre circostanze previste dalla legge.

L’accertamento del possesso o la ricezione delle domande di cittadinanza sono di competenza esclusiva dell'ufficio competente per il luogo di residenza del richiedente.

A decorrere dal 5 ottobre 2018, l'art. 9-bis della legge 91/92 ha modificato l'importo del contributo cui sono soggette le istanze e le dichiarazioni di elezione, acquisto, riacquisto, rinuncia o concessione della cittadinanza italiana, introdotto dall'art. 1 della Legge n. 94/2009, elevandolo da euro 200 (duecento) a euro 250 (duecentocinquanta).

Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati (UE 2016/679 - Art. 13)
Informativa sulla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali ai fini del riconoscimento della cittadinanza italiana jure sanguinis o della sua acquisizione per naturalizzazione (artt. 5 e 7, nonché art. 9 comma 1, lett. c, e comma 2 della Legge 91/1992.

CITTADINANZA IURE SANGUINIS

CITTADINANZA PER MATRIMONIO O UNIONE CIVILE

RIACQUISTO DELLA CITTADINANZA

RINUNCIA ALLA CITTADINANZA


98