Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cooperazione Politica

 

Cooperazione Politica

 

 


 

Dati di base


Nome ufficiale: Repubblica Slovacca


Data di fondazione della Repubblica: 01.01.1993
Organizzazione statale: repubblica
Sistema politico: democrazia parlamentare
Lingua ufficiale: slovacco
Presidente della Repubblica: Andrej Kiska
Primo Ministro: Róbert Fico
Moneta: Euro
Membro delle seguenti Organizzazioni internazionali: UE, NATO, ONU, UNESCO, OSCE, OCSE, CERN, OMS, INTERPOL etc.


 

 

 

 

 

Superficie: 49.035 km2
Capitale: Bratislava (428.672 abitanti)
Altre città principali: Košice, Žilina, Banská Bystrica
Divisione territoriale: 8 regioni (Bratislava, Trnava, Nitra, Trenčín, Žilina, Banská Bystrica, Prešov, Košice); 79 distretti
Paesi confinanti: Repubblica Ceca, Polonia, Ucraina, Ungheria, Austria
Popolazione: 5.397.036 (51,4% donne)
Densità: 109 per km2
Gruppi etnici: Slovacco (85.8%), Ungherese (9.7%), Rom (1.7%), Ceco (0.8%), Ruteno, Ucraino, Russo, Tedesco, Polacco e altri (2%)
Popolazione per religione: Cattolica Romana (68.9%), Evangelica (6.9%), Greco Cattolica (4.1%), Cristiano Riformata (2%), indeterminata (2.2%), atei (13.7%)

QUADRO ISTITUZIONALE
La Costituzione della Repubblica Slovacca è stata adottata il 3 settembre 1992 ed emendata due volte il 14 luglio 1998 e il 14 gennaio 1999. Il Presidente della Repubblica Slovacca è eletto ogni 5 anni, dal 1999 tramite elezione diretta a seguito di specifico emendamento della Costituzione. Tra i suoi poteri vi è quello di nominare il Primo Ministro, il quale deve ottenere in seguito la fiducia del Parlamento.



Le funzioni legislative sono svolte dal Parlamento unicamerale, detto Consiglio Nazionale della Repubblica Slovacca. I suoi 150 membri vengono eletti ogni 4 anni con sistema proporzionale e soglia di sbarramento per i partiti pari al 5%. Le ultime elezioni si sono tenute il 5 marzo 2016.
Al Consiglio Nazionale sono stati eletti i seguenti partiti politici:
SMER-SD: Smer - Sociálna Demokracia (Direzione - Democrazia sociale)
SaS: Sloboda a Solidarita (Libertà e Solidarità)
OL'aNO e Nova: Obyčajní ľudia a nezávislé osobnosti (Gente Comune e Personalità Indipendenti) e Nová väčšina (Nuova maggioranza)
SNS: Slovenská národná strana (Partito Nazionale Slovacco)
Kotleba - ĽSNS: Kotleba - Ľudová strana Naše Slovensko (Kotleba - Partito Popolare Slovacchia Nostra)
SME RODINA - Boris Kollár (Siamo Famiglia - Boris Kollar)
Most-Híd (Ponte-Ponte, in slovacco ponte si dice most in ungherese hid)
Sieť (Rete)



Il potere esecutivo viene esercitato dal Governo sotto la guida del Primo Ministro, il quale viene nominato dal Presidente della Repubblica e deve ottenere la fiducia del Parlamento. I Ministri ed i Segretari di Stato sono nominati dal Presidente della Repubblica su proposta del Primo Ministro.

L’attuale Governo della Repubblica Slovacca, formato da una coalizione fra Smer-SD, SNS e Most-Híd, insediato il 22.03.2018, è così composto:
Primo Ministro - Peter Pellegrini (Smer-SD)
Ministro delle Finanze - Ladislav Kamenický (Smer-SD)

Vice Primo Ministro e Ministro dell'Agricoltura e dello Sviluppo Rurale - Gabriela Matečná (indipendente – nominata da SNS)
Vice Primo Ministro e Ministro dell'Ambiente - László Solymos (Most-Híd)
Vice Primo Ministro per gli Investimenti e l'Informatizzazione - Richard Raši (Smer-SD)
Ministro degli Affari Esteri ed Europei - Miroslav Lajčák (indipendente – nominato da Smer-SD)
Ministro della Difesa - Peter Gajdoš (indipendente – nominato da SNS)
Ministro dell'Interno - Denisa Saková (Smer-SD)
Ministro dell'Economia - Peter Žiga (Smer-SD)
Ministro della Giustizia - Gábor Gál (Most-Híd)
Ministro del Lavoro, degli Affari Sociali e della Famiglia - Ján Richter (Smer-SD)
Ministro dell'Istruzione, della Scienza, della Ricerca e dello Sport - Martina Lubyová (indipendente – nominata da SNS)
Ministro della Cultura - Ľubica Laššáková (Smer-SD)
Ministro della Sanità - Andrea Kalavská (indipendente – nominato da Smer-SD)
Ministro dei Trasporti e delle Costruzioni - Arpád Érsek (Most-Híd)


16